Il modello TOP DI GAMMA

MERCURY R

La lettera “R” contraddistingue il nome della nuova versione del modello top di gamma di casa Kosmic: il Mercury. Un telaio che mantiene inalterate le geometrie della scocca, formata da tubi in acciaio al cromo molibdeno Ø 30 mm, ma fa un deciso upgrade tecnico per quanto riguarda la componentistica, con l’introduzione del nuovo volante, del pianale integrale, dello spoiler M7 di serie e delle nuove grafiche. Evoluzioni, queste, sviluppate in stretta sinergia dal Kosmic Kart Racing Department e dal reparto R&D dell’OTK Kart Group.

MERCURY R

La lettera “R” contraddistingue il nome della nuova versione del modello top di gamma di casa Kosmic: il Mercury. Un telaio che mantiene inalterate le geometrie della scocca, formata da tubi in acciaio al cromo molibdeno Ø 30 mm, ma fa un deciso upgrade tecnico per quanto riguarda la componentistica, con l’introduzione del nuovo volante, del pianale integrale, dello spoiler M7 di serie e delle nuove grafiche. Evoluzioni, queste, sviluppate in stretta sinergia dal Kosmic Kart Racing Department e dal reparto R&D dell’OTK Kart Group.

2 titoli mondiali all’esordio

CAMPIONE DEL MONDO OKJ E KZ

Il Mercury R ha fatto il suo esordio in pista sul finire della stagione 2018. Poche gare che sono bastate per centrare il traguardo più prestigioso, il mondiale. Un risultato eccezionale, che arricchisce ulteriormente una tradizione vincente che ha visto il telaio Mercury conquistare un grandissimo numero di vittorie fin dall’anno della sua ideazione: tre Asia Pacific, una Coppa del Mondo KF3 e, con quelli del 2018, ben quattro Campionati del Mondo. Un palmares unico, frutto di un quotidiano lavoro che mira a un continuo sviluppo grazie al continuo scambio di informazioni tra il Kosmic Kart Racing Department e il reparto R&D dell’OTK Kart Group.

CAMPIONE DEL MONDO OKJ E KZ

Il Mercury R ha fatto il suo esordio in pista sul finire della stagione 2018. Poche gare che sono bastate per centrare il traguardo più prestigioso, il mondiale. Un risultato eccezionale, che arricchisce ulteriormente una tradizione vincente che ha visto il telaio Mercury conquistare un grandissimo numero di vittorie fin dall’anno della sua ideazione: tre Asia Pacific, una Coppa del Mondo KF3 e, con quelli del 2018, ben quattro Campionati del Mondo. Un palmares unico, frutto di un quotidiano lavoro che mira a un continuo sviluppo grazie al continuo scambio di informazioni tra il Kosmic Kart Racing Department e il reparto R&D dell’OTK Kart Group.

Pinza freno BSD

FRENATE DA NUMERO UNO

Il Mercury R non cambia impianto freno e punta ancora sul modello BSD, che nella sua prima stagione di utilizzo, abbinato al telaio Mercury S, ha già dimostrato tutta la sua efficacia. Merito di un attento lavoro di sviluppo basato sulle indicazioni del Racing Department, che utilizza l’impianto freno nei più importanti campi di gara del mondo, e ottimizzato dal reparto R&D dell’OTK Kart Group. Il risultato è un impianto composto da una pinza freno forgiata monopezzo, munita di 2 pistoncini di Ø 34,5 mm, con recupero corsa, e completata da tubi freno di ultima generazione e l’utilizzo di olio DOT 5.1. Il modello BSD è ottimizzato per i kart monomarcia e ha pienamente dimostrato la sua efficacia contribuendo in maniera decisiva alla conquista del titolo mondiale.

FRENATE DA NUMERO UNO

Il Mercury R non cambia impianto freno e punta ancora sul modello BSD, che nella sua prima stagione di utilizzo, abbinato al telaio Mercury S, ha già dimostrato tutta la sua efficacia. Merito di un attento lavoro di sviluppo basato sulle indicazioni del Racing Department, che utilizza l’impianto freno nei più importanti campi di gara del mondo, e ottimizzato dal reparto R&D dell’OTK Kart Group. Il risultato è un impianto composto da una pinza freno forgiata monopezzo, munita di 2 pistoncini di Ø 34,5 mm, con recupero corsa, e completata da tubi freno di ultima generazione e l’utilizzo di olio DOT 5.1. Il modello BSD è ottimizzato per i kart monomarcia e ha pienamente dimostrato la sua efficacia contribuendo in maniera decisiva alla conquista del titolo mondiale.

Spoiler M7

SCOLPITO DAL VENTO

In uno sport che si gioca sul filo dei millesimi di secondo, ogni singolo componente dev’essere studiato nei minimi dettagli per garantire prestazioni di altissimo livello. Lo sa bene il reparto R&D dell’OTK Kart Group, che da anni porta avanti anche un attento studio sull’aerodinamica per disegnare carenature sempre più performanti. Nasce da questa ricerca, svolta con test in galleria del vento e simulazioni computerizzate CFD, il nuovo spoiler anteriore portanumero M7, che va ad aggiungersi al kit carenature M6 già utilizzato nel 2018. Si tratta di un dettaglio del tutto inedito, contraddistinto da un design particolare che permette di ridurre la penetrazione aerodinamica e aumentare le prestazioni, soprattutto nei tracciati veloci con lunghi rettilinei. Allo spoiler M7 si abbina il nuovo pianale “integrale”, che copre interamente l’area della scocca delimitata dai tubi dell’avantreno: un’ulteriore soluzione per migliorare l’aerodinamica, diminuendo la creazione di vortici d’aria nella zona delle “C”.

SCOLPITO DAL VENTO

In uno sport che si gioca sul filo dei millesimi di secondo, ogni singolo componente dev’essere studiato nei minimi dettagli per garantire prestazioni di altissimo livello. Lo sa bene il reparto R&D dell’OTK Kart Group, che da anni porta avanti anche un attento studio sull’aerodinamica per disegnare carenature sempre più performanti. Nasce da questa ricerca, svolta con test in galleria del vento e simulazioni computerizzate CFD, il nuovo spoiler anteriore portanumero M7, che va ad aggiungersi al kit carenature M6 già utilizzato nel 2018. Si tratta di un dettaglio del tutto inedito, contraddistinto da un design particolare che permette di ridurre la penetrazione aerodinamica e aumentare le prestazioni, soprattutto nei tracciati veloci con lunghi rettilinei. Allo spoiler M7 si abbina il nuovo pianale “integrale”, che copre interamente l’area della scocca delimitata dai tubi dell’avantreno: un’ulteriore soluzione per migliorare l’aerodinamica, diminuendo la creazione di vortici d’aria nella zona delle “C”.

Il nuovo volante

KART SU MISURA

All’interno dell’OTK Kart Group ogni singola lavorazione è curata nei minimi particolari, perché siamo convinti che solo in questo modo si possa garantire un’evoluzione costante e un continuo miglioramento dei nostri prodotti. Nasce da questa attenzione ai dettagli il volante HGS che equipaggia il Mercury R, perfezionato nel design e caratterizzato da una nuova impugnatura in gomma ad alto grip che restituisce al pilota uno migliore feeling di guida. Al volante è abbinato anche un nuovo mozzo inclinato, ideale per poter adattare perfettamente a propria misura il posto di guida.

KART SU MISURA

All’interno dell’OTK Kart Group ogni singola lavorazione è curata nei minimi particolari, perché siamo convinti che solo in questo modo si possa garantire un’evoluzione costante e un continuo miglioramento dei nostri prodotti. Nasce da questa attenzione ai dettagli il volante HGS che equipaggia il Mercury R, perfezionato nel design e caratterizzato da una nuova impugnatura in gomma ad alto grip che restituisce al pilota uno migliore feeling di guida. Al volante è abbinato anche un nuovo mozzo inclinato, ideale per poter adattare perfettamente a propria misura il posto di guida.

Per i kart shifter

UN PROGETTO MONDIALE

I nostri prodotti top di gamma, pensati per tutti gli appassionati, sono gli stessi che vengono utilizzati e sviluppati dai piloti del Kosmic Kart Racing Department nelle gare più importanti del mondo. Come il FIA Karting World Championship, conquistato nel 2018 proprio dal nostro Mercury R nella classe KZ. Un risultato prestigioso, che dimostra l’affidabilità delle performance di un pacchetto appositamente studiato per le classi con il cambio. Questo abbina alle principali caratteristiche tecniche presenti anche sul modello per le categorie monomarcia una scocca dal disegno ottimizzato per la KZ e l’impianto freno BSS dotato di freni anteriori, con pinze monoblocco ricavate del pieno al cui interno lavorano 4 pistoncini di Ø 22 mm con recupero corsa.

UN PROGETTO MONDIALE

I nostri prodotti top di gamma, pensati per tutti gli appassionati, sono gli stessi che vengono utilizzati e sviluppati dai piloti del Kosmic Kart Racing Department nelle gare più importanti del mondo. Come il FIA Karting World Championship, conquistato nel 2018 proprio dal nostro Mercury R nella classe KZ. Un risultato prestigioso, che dimostra l’affidabilità delle performance di un pacchetto appositamente studiato per le classi con il cambio. Questo abbina alle principali caratteristiche tecniche presenti anche sul modello per le categorie monomarcia una scocca dal disegno ottimizzato per la KZ e l’impianto freno BSS dotato di freni anteriori, con pinze monoblocco ricavate del pieno al cui interno lavorano 4 pistoncini di Ø 22 mm con recupero corsa.

Scheda
  OK KZ DD2
MATERIALE SCOCCA Acciaio cromo molibdeno Acciaio cromo molibdeno Acciaio cromo molibdeno
TUBI Ø 30 mm 30 mm 30 mm
PASSO 1045 mm 1045 mm 1045 mm
ASSALE Ø 50 mm con sticker CIK-FIA 50 mm con sticker CIK-FIA 40 mm
IMPIANTO FRENANTE BSD con tubi freno evoluzione olio DOT 5.1 BSS con gruppo fusello evoluzione e olio DOT 5.1 BSS con gruppo fusello evoluzione e olio DOT 5.1
ACCESSORI FORNITI componenti in magnesio, cerchi MXJ, barra di torsione anteriore, pedali in alluminio standard componenti in magnesio, cerchi MXJ, barra di torsione anteriore, pedali in alluminio standard componenti in magnesio, cerchi MXJ, barra di torsione anteriore, pedali in alluminio standard
CARENATURE Spoiler portanumero M7
Carenature M6 con attacchi spoiler anteriore omologati CIK-FIA opzionali
Kit adesivi con grafica rinnovata
Spoiler portanumero M7
Carenature M6 con attacchi spoiler anteriore omologati CIK-FIA opzionali
Kit adesivi con grafica rinnovata
Spoiler portanumero M7
Carenature M6 con attacchi spoiler anteriore omologati CIK-FIA opzionali
Kit adesivi con grafica rinnovata

Download Fiche