Con i colori del nostro Racing Department, Luigi Coluccio è protagonista della finale della classe regina dei kart monomarcia nel FIA Karting World Championship a Campillos, Spagna, e firma il secondo posto. Stesso piazzamento per Freddie Slater, penalizzato di cinque secondi dopo aver vinto la gara.

Il circuito di Campillos sorride al nostro Kosmic Racing Department. Al FIA Karting World Championship in Spagna, la divisione sportiva del marchio by OTK Kart Group centra il titolo di Vicecampione del Mondo nella categoria OK e OKJ, grazie alla solida performance del Kosmic Mercury R abbinato ai motori DST e DJT di Vortex Engines.

In OK, il nostro Luigi Coluccio inizia il weekend spagnolo inserendosi, fin dalle qualifiche, tra i dieci piloti più veloci della categoria. Il pilota italiano occupa costantemente la parte alta della classifica anche durante le qualifying heat e conferma la propria posizione per la griglia di partenza della finale di domenica. La pioggia investe il tracciato di Campillos e Coluccio gioca tutta la propria esperienza in situazioni difficili: evita i guai allo spegnimento dei semafori e raggiunge la terza posizione, che diventa la seconda a fine gara. Un risultato che lo laurea  Vicecampione del Mondo.
Non basta, invece, l’esperienza accumulata la scorsa settimana a Kuba Rajski. Il pilota polacco migliora di posizione in posizione durante le manche eliminatorie, ma +14 posizioni sul proprio bilancio finale non bastano per accedere alla finale.

In OKJ, è Ean Eyckmans ad avere le migliori opportunità per ottenere un risultato di rilievo. Il pilota belga, terzo al FIA Karting European Championship, è tra i migliori scalatori delle qualifying heat perché recupera 25 posizioni. Una performance che gli permette di essere al via della finale nella prima metà dello schieramento di partenza. Diversi contatti nelle fasi iniziali della gara non permettono al pilota belga di guadagnare posizioni e conclude la corsa a ridosso della Top 15. Arthur Poulain emula il proprio compagno di squadra guadagnando, nelle manche, addirittura 21 posizioni rispetto alle qualifiche. In finale, poi, mette a segno diversi sorpassi che lo classificano alle spalle di Eyckmans. Hugo Herrouin ritorna al via di una gara internazionale con il nostro team e registra performance interessanti durante le tre giornate.
Con il nostro Kosmic Mercury R, Freddie Slater è protagonista assoluto della finale della classe OKJ e, nonostante il giro più veloce della gara e la prima posizione sotto la bandiera a scacchi, riceve una penalità nel post-gara per lo spoiler frontale in posizione non conforme. Il britannico di Ricky Flynn Motorsport chiude in seconda posizione.