Luigi Coluccio, con il nostro Racing Department, è tra i più veloci della categoria OK nel primo appuntamento della WSK Euro Series e lotta per il podio nella finale di domenica, condizionata dalla pioggia.

Sempre più in crescita il rendimento del Kosmic Kart Racing Department nella stagione 2021. Il nostro team non può mancare il primo appuntamento della WSK Euro Series, ospitato al South Garda Karting di Lonato, dove si presenta con i telai Kosmic Mercury R nelle classi OK e OKJ, dotati dei propulsori DST (OK)e DJT (OKJ) di Vortex, “engine division” di OTK Kart Group.

In OK, Luigi Coluccio ottiene fin dall’inizio del weekend un 2° posto nelle qualifiche del venerdì, confermando le proprie performance anche nelle successive manche eliminatorie: un 4° e un 2° posto che anticipano la vittoria nella terza heat. Risultati convincenti che assegnano la pole position al pilota italiano per la prefinale B. Nessun errore per Coluccio nella corsa che assegna il pass per la finale, con una partenza impeccabile e con un controllo perfetto del proprio mezzo su una pista resa viscida dalla pioggia: quanto basta per vincere la gara. Coluccio non si tira indietro nemmeno nella decisiva finale e lotta per la vittoria e il podio, che gli sfugge solo per una penalizzazione di 5 secondi dovuta al musetto in posizione non corretta. Deve quindi accontentarsi del 4° posto.
Netti miglioramentiper Sebastian Gravlund, sempre più inconfidenza con i nostri materiali. Il pilota danese si è costantemente posizionato in zona top 10 durante tutte le qualifying heats (dove ottiene anche un 8° posto), perfezionando il proprio ranking in classifica nella prefinale con un 6° posto e tre posizioni guadagnate rispetto alla casella di partenza. Qualche contatto nella finale non permette di pochissimo a Gravlund di essere tra i migliori dieci del weekend, ma ciò non toglie la crescita messa in mostra dal nostro portacolori.

In OKJ, prosegue il percorso di crescita di Hugo Herrouin all’interno della nostra divisione sportiva dopo il debutto positivo nella WSK Champions Cup di Adria. Il pilota francese piazza diversi sorpassi nella prefinale e lotta incessantemente contro i propri avversari, lanciando ottimi segnali per le prossime gare.
Maxim Rehm, con il Kosmic Kart di Ricky Flynn Motorsport, in finale parte dalla seconda fila e perde il podio solo per colpa di una penalità di 5 secondi dovuta al musetto in posizione non corretta: si classifica quindi al 4° posto.

Tra due settimane, il Kosmic Kart Racing Department scenderà di nuovo in pista South Garda Karting di Lonato, per l’ultimo e attesissimo appuntamento della WSK Super Master Series (22 – 25 aprile).