Al South Garda Karting arriva anche un podio nella categoria OKJ per il nostro materiale, che si conferma al top anche in OK

Termina con ottimi riscontri la WSK Euro Series del Kosmic Kart Racing Department, di ritorno dal South Garda Karting dove si è concluso il doppio round che ha deciso il campionato. La bontà del lavoro portato avanti quest’anno con il Kosmic Mercury R e i propulsori Vortex ha trovato ampie conferme in pista, sia tra le mani dei piloti del team ufficiale guidato da Olivier Merechal sia con i piloti dei team che hanno scelto di affidarsi al materiale dell’OTK Kart Group.

In OKJ la nostra new entry, Maceo Capietto, porta a termine una prestazione maiuscola culminata con il quarto posto ottenuto nella finale del terzo round, gara in cui il francese mette la firma anche sul giro veloce. Motivo di grande soddisfazione per noi è la facilità con cui Capietto ha preso confidenza con il nostro materiale, recuperando posizioni su posizioni nel corso delle manches di entrambi i round. Si schiera al via di entrambe le finali anche il nostro Alexander Gubenko mentre un ritiro e una penalità impediscono a Ean Eyckmans di prendere parte alle gare decisive. Nella stessa categoria, infine, Coskun Irfan di Ricky Flynn Motorsport porta Kosmic Kart anche sul terzo gradino del podio della categoria nella finale del secondo round.

Il nostro Luigi Coluccio è ancora una volta tra i protagonisti della OK. Nelle Qualifying Heats l’italiano fa registrare un primo, un secondo e un terzo posto a cui aggiunge un secondo posto ottenuto in prefinale. Nelle gare decisive, Coluccio ottiene un quinto posto in quella valida per il terzo round mentre rimonta nove posizioni fino a portarsi al quarto posto in quella del secondo, risultati che valgono all’italiano la quinta posizione in campionato.  

Conclusa la WSK Euro Series, il Kosmic Kart Racing Department è ora atteso al FIA Karting World Championship OK - OKJ. La rassegna iridate è in programma tra oltre un mese, dal 4 all’8 Novembre, sul circuito di Portimao in Portogallo.