I piloti Kosmic Kart fanno i conti con un tracciato insidioso e condizioni meteo inclementi, combattendo con determinazione durante il FIA Karting World Championship OK e JUNIOR

Ad Alahärmä, in Finlandia, il Kosmic Kart Racing Department porta a termine l’ultimo impegno della stagione FIA Karting per le classi monomarcia con le gare che assegnano i titoli mondiali OK e OK-Junior. Per i nostri piloti è una grande occasione per misurarsi contro uno schieramento numeroso ed estremamente competitivo, mettendo in luce diversi progressi nonostante la fortuna non ci assista in più di un’occasione.

Karol Pasiweicz è l’autore del fine settimana migliore alla guida del Kosmic Mercury R motorizzato Vortex. Il suo dodicesimo posto in finale (decimo sul traguardo, ma cui si aggiunge una penalizzazione di 5 secondi), arriva al termine di una gara portata avanti in maniera intelligente, senza farsi trarre in inganno dalle condizioni di grip della pista in continuo mutamento. Karol è bravo a segnare anche un best lap nelle Heats e ottenere due secondi posti (anche se uno è poi vanificato da un penalizzazione).

Anche Andrey Zhivnov vive un fine settimana di intensa battaglia: un secondo posto e due top ten lo portano vicinissimo a entrare in finale, mancata solo per via di qualifiche complicate che lo costringono a partire sempre dalle retrovie nelle Heats.

Alexander Gubenko, da parte sua, ottiene due ottavi posti che segnalano buoni progressi, mentre il week end di Axel Malja è compromesso da diversi contrattempi.

Poca fortuna anche per i nostri due portacolori nella categoria OK Nicolas Pino e David Rozenfeld: nonostante un posto in top ten messo a segno da quest’ultimo durante le Heats.

Prossimo e ultimo appuntamento FIA per il Kosmic Kart Racing Department sarà la International Super Cup valevole per la categoria KZ2. Il mondiale delle classi col cambio si disputerà al South Garda Karting di Lonato, dal 19 al 22 settembre.